Logo Festival bianco.png

Petrella Tifernina (CB) 86024

Molise (Italy)

+39 339 6466608

  • Facebook - Black Circle
  • YouTube - Black Circle
  • Instagram - Black Circle

© 2018 "Gioia Piena" Festival dei Giovani

Please reload

Post recenti

"Gioia Piena" è un abbraccio che scioglie i cuori

September 16, 2017

Abbracci, parliamone. 

 

Personalmente, credo che il famigerato "mondo di oggi” ci insegni una sola cosa che ci portiamo addosso da sempre,  come una specie di nuovo “peccato originale”, una certezza nella nostra vita: dare (solo) per ottenere.

 

Del resto, come darci torto? A nessuno converrebbe farlo e quindi nessuno lo fa. Beh, quasi nessuno. Perché io ho avuto la fortuna di farmi stringere da quel “quasi” dal 24 al 28 agosto di quest'anno, a Petrella Tifernina, il mio piccolo paesino molisano.

 

Già alla prima edizione dello scorso anno c’è stato modo di sperimentare quella Gioia Piena che fa da titolo e da ispirazione a tutto il festival. Ma quest’anno c’è stato da rimanerne davvero “intrappolati”, senza via di scampo! 

 

Ragazzi, famiglie, sacerdoti che donavano per le strade abbracci, abbracci gratis! Persone che davano solo per il gusto di donare, perché la loro gioia, la loro fede, è talmente “piena” da traboccare, e semplicemente non possono fare a meno di condividerla, di raccontarla e donarla a tutti. E questo, per me, è sconvolgente.

 

Una mattina, durante il festival, eravamo in chiesa, e dopo un momento di preghiera insieme, a seguito di una testimonianza molto forte, ho visto una ragazza che avevo conosciuto poco più di 24 ore prima scansare un gruppetto di persone e correre in lacrime, verso di me, ad abbracciarmi. Panico.

 

Perché proprio io? Non sono capace di accogliere le tue lacrime! Cosa vorrai da me adesso?

 

I primi istanti ho cercato di divincolarmi ma, grazie al Cielo, Angela aveva una bella presa. E così, poco dopo, mi sono ritrovata a piangere anche io tra i suoi capelli profumati di vaniglia. Io, orgogliosa di aver trattenuto così bene le lacrime per tutta la mattina, ero lì ad accettare e ringraziare che una persona si fosse fidata di me “a pelle” dandomi la possibilità di sciogliermi a mia volta.

 

Questi sono gli abbracci veramente gratuiti e preziosi che fanno da miccia al fuoco dirompente che, dopo averlo sperimentato, non è più possibile spegnere. E allora lasciamolo bruciare.

 

Lasciamo bruciare quei focolai che si sono accesi in ogni angolo del paese durante il festival: panchine, strade, altari, cuori, perché credo che saranno capaci di scaldare anche le giornate più buie e fredde dei nostri inverni.

 

Se è vero che, come dice un mio nuovo amico, “La felicità è di chi abbraccia senza vergogna” allora a “Gioia Piena” ne abbiamo una bella scorta.

 

E, se vi soffermate a guardare negli occhi chiunque abbia partecipato a questo evento davvero speciale, di quella felicità, vera, piena, ne troverete tanta.

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Please reload

Cerca per tag
Please reload

Archivio
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now